Chatta con noi 
Chi siamo?
Miglior prezzo garantito
I vantaggi per i nostri clienti
Testimonianze
Contatti
marenauta®
Sign out?
+39 0112171011   
Contattaci per qualunque motivo!
  
 
Domande Frequenti

Qual è il tipo di barca giusto per la mia vacanza?

Dipende da quanti siete e da che tipo di vacanza vi piace, ecco qui le caratteristiche principali di ogni tipologia di barca:
  • barca a vela: se ti piace la vacanza dinamica e attiva
  • catamarano: se sei in ricerca del relax, famiglie, spazi a bordo confortevoli, cabine grandi e il pozzetto aperto per godersi momenti di relax
  • caicco: per chi ama il mare e non sa rinunciare alla comodità, lontani dal turismo di massa, tutto incluso, per gruppi più grandi
  • yacht di lusso: tutti i comfort, spostamenti veloci, equipaggio professionale e discreto, interni curati che offrono un soggiorno rilassante e di alto livello per chi cerca un tipo di vacanza di "haute gamme"

E' necessaria la patente nautica per noleggiare una barca?

Se richiedi il servizio dello skipper non avrai bisogno della patente nautica.

Se vuoi essere tu lo skipper e portare in autonomia l'imbarcazione:
  • nel Mediterraneo devi avere la patente nautica e deve essere riconosciuta dalle autorità portuali del paese dove navigherai.
  • per alcune destinazioni è richiesta solo un’esperienza pertinente e dimostrabile attraverso un curriculum velico.
  • altre destinazioni che richiedono una licenza di navigazione sono Seychelles, Thailandia, Brasile, Madagascar, Svezia, Caraibi, Maldive.
  • in alcune destinazioni, come per esempio Croazia e Italia, oltre alla patente nautica è obbligatorio anche il certificato VHF.
  • in altri paesi, oppure in generale per le imbarcazioni di una certa dimensione, oltre alla patente nautica viene richiesto anche un Curriculum nautico relativo alle vostre esperienze di navigazione.
  • in Grecia, oltre alla patente nautica obbligatoria dello skipper, è richiesto anche una dichiarazione di esperienza velica di un secondo membro dell'equipaggio.
In ogni caso se hai dei dubbi puoi contattarci e chiederemo conferma alla società di charter locale, in merito alle qualifiche e ai requisiti necessari per ogni destinazione.

Posso prenotare anche solo una cabina?

No. Tutte le barche offerte sono in esclusiva. Questo vuol dire che la barca sarà al 100% a tua disposizione e potrai far imbarcare i tuoi familiari o amici, in base ai posti letto indicati nella scheda della barca.

I prezzi pubblicati sono a settimana?

I prezzi pubblicati sono settimanali (da sabato a sabato) e sono relativi al periodo scelto, quindi se si selezionano per esempio due settimane il prezzo sarà calcolato per le due settimane scelte. Il prezzo settimanale prevede il pernottamento a bordo dell’imbarcazione per 7 notti, con il check-in nel pomeriggio del sabato di imbarco (solitamente alle 18:00), il rientro nel porto di partenza il venerdì pomeriggio per l’ultima notte a bordo e il check-out nella prima mattina del sabato di sbarco (solitamente entro le 9:00).

Cosa è incluso nel prezzo?

Le tariffe includono l’utilizzo della barca e del suo equipaggiamento, gli utensili da cucina, le mappe di navigazione, le dotazioni di sicurezza, il tender (gommone ausiliario per lo sbarco) che è generalmente incluso per le barche superiori ai 35 piedi, l'ormeggio della prima e ultima notte nel porto dove è attraccata l'imbarcazione (solitamente incluso).

Cosa non è incluso nel prezzo?

Le tariffe, salvo diversamente specificato, non includono il carburante, la pulizia finale, la cambusa, le spese di transfer, eventuali tasse turistiche, ingresssi nei parchi marini, le spese di ormeggio (ad esclusione della prima e ultima notte nel porto di partenza solitamente inclusi), il costo dei servizi e degli equipaggiamenti opzionali, il costo del servizio dello skipper e dell'hostess e il loro vitto.

Possono essere presenti delle spese accessorie obbligatorie, come per esempio il transit log o la pulizia finale, il dettaglio di queste spese è consultabile sulla scheda della barca. L'imbarcazione viene consegnata al check-in col pieno di carburante e deve essere riconsegnata al check-out col pieno di carburante.

Quanto si spende per il carburante?

La spesa per il carburante varia in base all’imbarcazione scelta e a quanto si usa il motore. Per le barche a vela e i catamarani, se usati prevalentemente a vela, la spesa è molto bassa, a partire da 100/150 euro a settimana. Per le barche a motore, la spesa è variabile poiché dipende dal modello e dalla potenza del motore ma è possibile fare una stima di spesa basata sul consumo standard di litri / ora motore (di solito indicato dal costruttore).

Di chi sono le barche?

Tutte le imbarcazioni offerte sono di proprietà oppure sono gestite da società di charter locali certificate e selezionate con cura in modo da offrire un servizio all'altezza di alti standard di qualità.

Le barche sono assicurate?

Tutte le barche offerte sono assicurate. Vi verrà tuttavia richiesto il versamento di un deposito cauzionale da parte della società di charter corrispondente alla franchigia assicurativa e a copertura di danni accidentali causati dai passeggeri o dallo skipper o di eventuali inadempimenti contrattuali. Il deposito cauzionale è obbligatorio e viene sempre versato in loco al check-in, in cash o con carta di credito. In assenza di danni l'importo versato viene rimborsato al check-out. 
Il deposito cauzionale serve per coprire eventuali danni fatti durante la vacanza. Se il danno accidentale supera la cauzione, l’armatore non richiederà somme addizionali. 
Alcune società di charter offrono la possibilità di ridurre o azzerare la cauzione con il versamento di un importo aggiuntivo non rimborsabile (i.e. damage waiver). In alternativa, è possibile stipulare un’assicurazione aggiuntiva sul deposito cauzionale, sottoscrivendo un contratto con una Casa Assicuratrice specializzata nel settore nautico.

Quali sono gli orari di imbarco e sbarco?

Le società di charter fanno noleggi settimanali da sabato a sabato per ottimizzare il planning. Il check-in avviene il sabato nel tardo pomeriggio (verso le 18:00h). Al termine della vacanza, è necessario rientrare nel porto di partenza il venerdì pomeriggio e sbarcare la mattina del sabato (entro le 8/9:00h).  Ciò permette al personale della società di charter di effettuare il controllo tecnico, eventuali piccoli riparazioni ed una pulizia approfondita interna ed esterna per preparare al meglio l’imbarcazione per il check-in dei passeggeri successivi.

Come funziona una prenotazione con uno skipper? E con una hostess?

Per i clienti senza patente nautica oppure per i clienti che preferiscono demandare il compito della navigazione, è prevista la possibilità di richiedere il servizio di uno skipper. Lo skipper si occupa della navigazione e della sicurezza di bordo; lo skipper non cucina e non si occupa della pulizia della barca. Il servizio dello skipper ha un costo aggiuntivo rispetto al prezzo della barca di circa 150€-250€ giornalieri (costo settimanale 1050€-1700€). Per la preparazione dei pasti (2 pasti, solitamente la colazione e il pranzo), per rassettare le stoviglie e per la pulizia delle parti comuni della barca, è possibile ordinare il servizio di una hostess. Il servizio dell’hostess ha un costo aggiuntivo rispetto al prezzo della barca di circa 100€-150€ giornalieri (costo settimanale 700€-1050€).
Il costo settimanale indicato non include il vitto dello skipper/hostess che è a carico del cliente; ciò significa che lo skipper/hostess potrà cucinare a bordo i suoi pasti utilizzando la cambusa/spesa fatta dal cliente. Il pagamento del servizio viene generalmente effettuato dai clienti direttamente allo skipper/hostess al check-in (in cash). Lo skipper/hostess dorme a bordo con i clienti e ha la necessità di avere una propria cabina e preferibilmente, per un maggior comfort, un bagno separato tra quelli disponibili sull'imbarcazione, oppure di poter accedere ad un bagno in comune.
Il servizio dello skipper/hostess deve essere ordinato al momento della richiesta di prenotazione per verificarne la disponibilità. Gli skipper/hostess vengono assegnati dalle società di charter, ma sono liberi professionisti (non hanno un contratto di prestazione o di collaborazione con la società di charter). All’estero parlano inglese, non sempre italiano. Se i clienti hanno necessità particolari riguardo al profilo dello skipper/hostess è possibile comunicarlo alla società di charter per l’assegnazione di un profilo con le caratteristiche richieste. Lo skipper e l’hostess vengono assegnati appena prima del check-in e al momento della prenotazione non si può ricevere il dettaglio o i contatti del profilo assegnato.

Quali servizi aggiuntivi possono essere ordinati?

Al costo dell’imbarcazione bisogna aggiungere il costo dei servizi obbligatori e degli eventuali servizi opzionali che il cliente vuole aggiungere alla sua prenotazione.  
I servizi aggiuntivi disponibili (indicati anche come extra/optional obbligatori ed opzionali) sono elencati all'interno della scheda di ogni barca.
Il servizio della pulizia finale (i.e. transit log) è sempre obbligatorio e talvolta possono essere previsti altri servizi obbligatori a pagamento come lo starter pack, handling fees, consumables etc. (ciò dipende dall'imbarcazione oppure dalla zona di navigazione).  
Alcuni servizi opzionali sono soggetti a disponibilità fino ad esaurimento (per es. early check-in, gennaker/spinnaker, SUP), quindi è necessario verificarne la disponibilità con la società di charter al momento della prenotazione. 
L'ordine dei servizi opzionali viene richiesto preferibilmente alla conferma della prenotazione (cioè è obbligatorio per il servizio skipper/hostess in modo da verificare la disponibilità in zona) e, nella maggior parte dei casi, il pagamento si effettua in loco in cash.
Un servizio opzionale molto richiesto è il motore fuoribordo per il tender. Nella maggior parte dei casi non è incluso e prevede un costo aggiuntivo che varia da 80 a 150 euro a settimana, a seconda della potenza del motore. La biancheria da letto e gli asciugamani da bagno possono essere compresi nel pacchetto obbligatorio (pulizia finale/transit log) oppure possono essere un servizio da ordinare su richiesta (costo indicativo di circa 30€ a persona).

Che cos'è l'APA?

Per imbarcazioni di lusso, tipo yacht o catamarani molto grandi (25.000+ euro a settimana) lo skipper o la crew (skipper e hostess/cook) sono quasi sempre inclusi nel prezzo. Per questa tipologia di barche è previsto l’APA. APA (acronimo per Advance Provisioning Allowance) è la somma che viene anticipata per coprire i costi durante il noleggio che verranno gestiti dalla crew, per esempio: vitto degli ospiti, carburante, costi portuali o dei marina etc. Di solito è un’importo che va dal 25 al 35% del prezzo di listino della barca. L’APA solitamente viene versata in anticipo al momento della prenotazione. Oltre all’APA possono essere sempre previsti altri costi aggiuntivi come la pulizia finale, il motore fuoribordo. Talvolta lo skipper e l’hostess sono obbligatori, ma non sono inclusi nel prezzo e si devono pagare al check-in o in cash. Per barche di un certo budget e con servizi di skipper e hostess obbligatori, è possibile ricevere in anticipo le informazioni sullo skipper e hostess, sul menù previsto, sull’itinerario proposto…

Come si decide l'itinerario?

Un itinerario in barca tipicamente prevede il giro delle isole oppure la navigazione lungo costa della zona di navigazione prescelta e prevede la visita alle spiagge, cale e baie più belle e alle località più interessanti dotate di un porto turistico. 
In caso si opti per il servizio di uno skipper a bordo, l’itinerario e i tempi di navigazione vengono decisi all’inizio della crociera di comune accordo tra i clienti e lo skipper, secondo un programma indicativo che rispecchi le richieste dei clienti e che garantisca la sicurezza in navigazione. E’ importante sottolineare che l’itinerario concordato è sempre indicativo, può variare durante la crociera in base alle richieste dei clienti e alle decisioni dello skipper, nel rispetto delle condizioni meteorologiche (stato del mare e forza del vento). Per esempio, a seconda della direzione e forza del vento, si può decidere di visitare una certa zona di un’isola in modo che la costa offra un riparo dal vento. La decisione finale spetta sempre allo skipper in quanto responsabile della sicurezza a bordo. 
Un itinerario indicativo e non impegnativo per una settimana prevede una navigazione di circa 100 miglia totali ovvero una media di 20 miglia giornaliere che corrispondono a circa 3 ore di navigazione a seconda dei venti e della condizione del mare. 
I porti turistici in cui sono ormeggiate le imbarcazioni da diporto sono ottimi punti di partenza per gli itinerari in barca più classici e fin dalla prima giornata di navigazione si può raggiungere la prima isola o baia del proprio itinerario. 

Come è organizzata la vacanza in barca?

La vacanza inizia con il check-in nel tardo pomeriggio del sabato quando si sale a bordo e si sistema il proprio bagaglio in cabina. Si organizza la cambusa facendo la spesa direttamente al supermercato più vicino oppure ordinando in anticipo il servizio di provisioning a bordo. 
Si trascorre la prima notte nel porto turistico in cui fa base l’imbarcazione. Il mattino seguente, fatta colazione a bordo, si esce dal porto per iniziare l’itinerario della vacanza. La giornata tipica in barca prevede una navigazione di circa 2-3 ore al mattino per raggiungere la nuova località scelta insieme allo skipper; durante la navigazione ci si può rilassare nel pozzetto oppure, per chi ne ha voglia, aiutare lo skipper imparando le basi della navigazione a vela. 
Raggiunta la baia, si ancora in rada e si può fare un bel bagno, esplorare i fondali, nuotare fino a riva, leggere un libro, chiacchierare, riposare e infine fare un pranzo leggere a bordo. 
Nel pomeriggio si riparte o si raggiunge la località in cui passare la serata; si entra nel porto dove lo skipper ormeggia la barca al pontile. Ci si prepara per scendere a terra e godersi la serata. Si passa la notte in porto e al mattino si riparte per una nuova giornata. 
Per gli amanti del mare e per provare un’esperienza unica, è possibile stare ancorati in rada in una baia anche durante la notte, dormendo cullati dal mare e in un silenzio assoluto, risvegliandosi al mattino in un’atmosfera di unico relax: colazione a bordo e bagno mattutino. 
Il venerdì pomeriggio si rientra nel porto turistico di partenza e si trascorre l’ultima notte in barca; al mattino presto del sabato è previsto il check-out e lo sbarco.

Com'è prevista la sistemazione nelle cabine?

Ogni imbarcazione è caratterizzata da un numero massimo di passeggeri che possono imbarcare, da un numero massimo di posti letto (che include i posti letto in tutte le cabine e i posti letto nel salone centrale della barca) e da un numero di cabine (matrimoniali o con letto a castello) in cui i passeggeri si possono sistemare. Ci possono essere anche 1 - 2 cabine singole e solitamente di piccole dimensioni, con un arredamento basico, senza bagno e collocate a prua (utilizzate per lo più dall’equipaggio: skipper o hostess). 
Oltre alle cabine, viene anche indicato il numero di bagni. Il numero di bagni può non corrispondere al numero di cabine e per ogni cabina non è sempre previsto un bagno privato. Se c’è questa esigenza particolare, alcuni modelli recenti di barche a vela oppure, in generale, i catamarani sono allestiti con un bagno per ogni cabina doppia. 
Su alcune imbarcazioni, inoltre, si può accedere al bagno solo passando dall’interno di ogni cabina oppure si può accedere alla cabina singola di prua attraversando una delle cabine doppie. 
Quando è richiesto il servizio skipper e hostess, bisogna quindi tenere bene a mente il numero dei posti letto totali/passeggeri, il numero e la predisposizione delle cabine e dei bagni in modo da destinare all'equipaggio una cabina in esclusiva e preferibilmente, per un maggior comfort di tutti, un bagno in esclusiva (oppure almeno uno dei bagni per un uso comune).

Si può cucinare a bordo di un’imbarcazione?

Le imbarcazioni sono tutte dotate di una cucina con frigorifero, lavandino, fuochi a gas, pentole per cucinare e stoviglie per pranzare. 
Solitamente a bordo si consuma la colazione e il pranzo, mentre alla sera si può scendere a terra per cenare al ristorante. 
Per cambusa si intende la dispensa a bordo che deve essere riempita con una spesa da fare all’inizio di ogni crociera in barca. E’ possibile all’arrivo, fare la spesa nel supermercato più vicino al porto di partenza oppure ordinare in anticipo il servizio di provisioning (che consiste in una lista da compilare per una spesa su ordinazione), servizio ormai offerto dalla maggior parte degli operatori di charter e che consente di farsi recapitare la spesa direttamente in barca. 
Una cambusa fatta bene rende sicuramente la vacanza più piacevole e quindi è importante tenere a mente alcune considerazioni che renderanno la vita a bordo più confortevole. 
Prevedere per esempio alimenti a lunga conservazione (pasta, riso, tonno…), non esagerare con gli alimenti freschi (il frigorifero di bordo non è equiparabile per dimensione e raffrescamento ad un frigorifero di una cucina vera, da prevedere per circa 2 giorni al massimo), acquistare spezie e condimenti (olio, sale, aceto, zucchero), spuntini salati, frutta, verdura da consumare a crudo (insalata, pomodori…), affettati, uova, tanta acqua, bevande e tutto l’occorrente per la colazione (latte, caffé, biscotti, cereali ecc). 
Insomma tutto l’occorrente per cucinare pasti semplici e leggeri. Se ci si dimentica di qualcosa o per fare rifornimento non ci saranno problemi, nelle soste nei porti durante l’itinerario sarà possibile trovare un piccolo supermercato o alimentari.

Cosa devo portare in barca?

Se possibile, non portate un trolley a bordo perché occupa molto spazio, meglio un borsone ripiegabile e che possa essere riposto negli appositi spazi. Gli spazi in cabina sono limitati e inoltre le cose devono essere ben sistemate in modo che durante la navigazione non possano cadere e rotolare in giro. L'abbigliamento dipende dalla destinazione e stagionalità, ma se vi chiedete quanta roba portare è meglio non esagerare, tanto la maggior parte del tempo la si passa in costume e pantaloncini. Quindi si possono prevedere alcuni cambi leggeri per il giorno, alcuni cambi lunghi per la sera, una giacca a vento impermeabile, una felpa, ciabattine pulite per la barca, cappello e occhiali da sole, costumi e asciugamani per il bagno.

Posso usare e ricaricare i miei apparecchi elettronici?

Per il tuo telefono, tablet, pc o altri apparecchi elettronici (per esempio asciugacapelli e rasoi elettrici), è meglio scegliere una imbarcazione che sia prevista di generatore in modo da poterli ricaricare in ogni momento. In alternativa, è possibile richiedere una imbarcazione con l'inverter che permetterà, a motore acceso, di ricaricare gli apparecchi per alcune ore al giorno. Senza il generatore a bordo oppure l'inverter, si potrà utilizzare la corrente elettrica solo quando si è ormeggiati in banchina, all'interno di un porto.

Come funziona il bagno in barca?

A meno che non ci si trovi su uno yacht di lusso, lo spazio in bagno è ristretto ma ben organizzato. Il lavandino ha l'aspetto di un comune lavabo di casa e dal rubinetto esce l'acqua dolce dei serbatoi. Visto che le riserve d'acqua sono ad esaurimento fino al successivo rifornimento in porto (salvo sia presente l'optional del desalinizzatore), è bene non sprecare l'acqua. Il wc non ha lo sciacquone per lo scarico ma una pompa che può essere manuale o elettrica. Nelle barche più grandi e nei catamarani, nel bagno si trova una vera e propria doccia; nei bagni più piccoli la doccia è estraibile dal rubinetto del lavandino e si può utilizzare per lavarsi dalla testa ai piedi. L'acqua che si accumula nella doccia o sul pavimento del bagno viene scaricata azionando con un pulsante la pompa di sentina. 
La doccia forse più piacevole è quella che si può fare all'aperto in pozzetto a fine giornata, guardando il sole che tramonta all'orizzonte. Quando si ormeggia in banchina nei porti turistici e nei marina attrezzati, si ricaricano i serbatoi dell'acqua ed è possibile usufruire dei servizi igienici e delle docce della struttura.

Cosa bisogna fare se qualcosa non funziona sulla barca?

Per ogni imbarcazione e armatore, vengono forniti i contatti del personale addetto al check-in e all'assistenza in navigazione 24/24h. Se dovesse succedere qualche imprevisto serio durante la navigazione, non bisogna esitare a chiamare il contatto per le emergenze utilizzando il canale VHF e avvisare immediatamente il personale della società di charter. L'intervento di assistenza sarà il più rapido possibile.

Cosa prevedere se ci sono bambini a bordo?

Non dimenticate di portare cappello, occhiali da sole, protezione solare, crema contro le punture di zanzare, scarpe da ginnastica o scarpe antiscivolo. È bene proteggere i bambini dal sole anche con una semplice maglietta bianca di cotone. Il pavimento della barca, se non è previsto il teak, può essere un po' scivoloso quando bagnato, perciò procuratevi delle scarpe di gomma per il mare (d’estate sono reperibili in tutti i supermercati). I bambini a bordo si divertiranno un sacco come dei piccoli esploratori in cerca di avventure, saltando nel pozzetto, facendo a gara di tuffi, imparando ad essere dei piccoli marinai oppure dei piccoli pescatori con un amo da pesca e un filo. 
Prestate attenzione all’aspetto e alla funzionalità del pozzetto e scegliete sempre una imbarcazione con il tendalino per il sole (i.e. Bimini). Prevedete degli itinerari brevi e che includano località con spiagge, dove comprare un gelato ai bambini e lasciarli correre. Potrete portare con voi matite colorate, fogli, album da disegno, carte da gioco per i momenti di maggiore tranquillità. E' possibile, infine, richiedere a pagamento l'installazione di una rete di protezione (i.e. Safety net) che verrà montata sulle draglie dell'imbarcazione per garantire una maggiore sicurezza anche con i bambini più piccoli.

Si possono portare a bordo i nostri amici animali?

Sulla maggior parte delle imbarcazioni è possibile far salire a bordo anche i nostri animali domestici di piccole e medie dimensioni al costo aggiuntivo di circa 150/200€. E' bene segnalare la presenza dell'animale a bordo prima della prenotazione, in modo da verificare la possibilità con la società di charter e il costo aggiuntivo previsto. E' possibile richiedere a pagamento l'installazione di una rete di protezione (safety net) che verrà montata sulle draglie dell'imbarcazione per garantire una sicurezza totale per i vostri animali.
Questi contenuti sono generici e sono stati redatti solo per finalità informative. Ogni società di charter può applicare le proprie condizioni e tariffe a seconda dell’imbarcazione e della località di partenza scelte.
 

Tariffe vantaggiose

Nessun costo aggiuntivo
Migliore Prezzo Garantito

Massima scelta

Oltre 27200 barche
Oltre 1000 destinazioni

Marenauta

70000+ Clienti soddisfatti

Valutazione: 4.9/5
calcolata su 14847 recensioni

Assistenza Clienti

Assistenza pre e post vendita
Assicurazione

Offerte speciali? Iscriviti alla nostra newsletter!
Iscriviti